Venti vetture per venti posti disponibili per la classica manifestazione dei Venti all’Ora di fine ottobre.

In un anno così particolare, l’esigenza di inserire un limite alle iscrizioni si è probabilmente rivelata la scelta corretta per gestire al meglio le necessarie regole per prevenire il contagio.

Gli equipaggi si sono ritrovati alle 9:30 a Repen presso il ristorante Krizman, confermatosi come partner di livello del club per ritirare il pacco con i documenti ed un apprezzato omaggio ai concorrenti: la mascherina con il logo, il motto ed i colori del club. Mascherina che tutti i Soci riceveranno al rinnovo della tessera per il prossimo anno.

Alle 10:30, intervallati di un minuto, i partecipanti hanno potuto effettuare un bel giro del nostro Carso, seguendo il road-book come al solito perfettamente preparato dal nostro Maurizio Grio. Tre passaggi poi nel comprensorio dell’Area Science Park che ci accoglie sempre con simpatia per i rilevamenti di passaggio, che il team del club ha reso più divertenti per i partecipanti rivoluzionando le prove ad ogni passaggio, con la novità all’ultimo delle prove in discesa da effettuarsi a motore spento.

Alla fine della giornata le coppe per i migliori sono andate rispettivamente ad Amedeo e Lia Cicuttini su Alfa Romeo Giulia TI, a Carlo Rugo e Paola Varaschini su Porsche 356 BT5 (ambedue gli equipaggi portacolori del nostro Club) e Walter Gomiero con Luigina Perissinotto su Ford Escort XR3 soci del GAS Club di Gorizia.

Al ristorante infine, con la grande sala tutta per noi, eravamo in sette tavoli da dieci persone, ognuno occupato da sei persone, in modo da garantire il necessario distanziamento sociale.