Stampa

 

logoC20HTS

 

Club dei Venti all'Ora 

Il Club dei Venti all'Ora è nato il 6 marzo 1961 quando Renato Verzier, Giovanni Cos, Enrico Cuttini, e Gianfranco Granbassi decisero di fondare un club "un pò speciale", riservato agli "antichi gioielli su quattro ruote".

L'8 gennaio 1966 il club triestino, uno dei primi in Italia, venne affiliato al neonato Veteran Car Club Italiano.

Disse il il Presidente in carica nel 1995, Giacomo Borruso "Il credo su cui è basato il nostro Club è il pieno rispetto per la conservazione e lo sviluppo delle auto di un tempo. Noi vogliamo che tutti i nostri soci siano coscienti che le loro auto, Topolino o Ferrari che siano, vengano custodite perchè testimonianze di un'epoca e una cultura che deve restare ai nostri figli".

Nel parco autovetture dei soci del sodalizio triestino sono presenti innumerevoli tipologie di autovetture dalle Fiat 500 A-B-C (Topolino)  alle Balilla  molti modelli Porsche (356, 911) e macchine più moderne ABARTH , AUTOBIANCHI, ALFA ROMEO (GIULIA e GIULIETTA) e tutta una serie di autovetture sportive inglesi Austin,Triumph, Jaguar.

Dopo gli inizi con "La befana del vigile", "Cinque vecchie in passerella"; "Il concorso tecnico di restauro" per gli appassionati organizzatori del club triestino è stata la volta della "Rievocazione Storica della Trieste - Opicina" e del "Concorso di Eleganza di Miramare".

Ultima nata è stata la manifestazione "Le città dell'Imperatore". Manifestazione che ha avuto lo scopo di rinsaldare, attraverso la comune passione per i veicoli di interesse storico, i vincoli di amicizia con i collezionisti delle regioni e nazioni contermini, promuovere lo scambio turistico e, con questo spirito di collaborazione, fornire il proprio contributo all'integrazione di quei Paesi che sono entrati da non molto tempo nell'Unione Europea. La manifestazione  ha portato nel corso degli anni i soci del club a visitare le città di : Lubiana, Varazdin, Budapest, Vienna, Maribor, Szombathely, Bratislava, Brno, Praga, Linz,  Gmund, Salizburg, Graz e Otocec. I nostri rappresentanti ,nel corso dei contatti ufficiali che sono stati intrattenuti con le municipalità e con i Club locali, sono stati latori di un messaggio di amicizia rivolto ai primi cittadini dal Sindaco di Trieste, che ha affidato ai partecipanti delle lettere e dei doni da consegnare ai propri colleghi esteri. Nel 2004 un gruppo di appassionati di Slovacchia, Repubblica Ceeca e Slovenia sono venuti a Trieste per visitare la città e le  strutture del porto.

Inoltre ogni anno i nostri soci prendono parte alle prove del campionato sociale, agli incontri con sodalizi veneti e friulani ed alle conferenze tenute nella nostra sede da personaggi legati alla cultura ed al mondo automobilistico.